emu
Italian Motorcycles

Sessa Motorcycles

A Brief History of the Italian Marque
Manufactured 1948 to 1954

Sessa moto d'epoca

La Co.Me.S. cioè Costruzioni Meccaniche Sessa, inizia l'attivite con la costruzione di motorini ausiliari di 48 cca due tempi e due velocite venduti con il marchio Rondine.

Poi, nel 1945, vengono realizzati due prototipi con motore da 75 cce cambio a 4 marce da cui viene derivata la GT 98 prodotta in serie dal 1949.

Segue, nel 1951, la 150 e poi, nel 1953, la Star 150, tutte con cambio a quattro marce.

Vengono anche costruite due 125 bitubo con aspirazione sul carter ma sono moto da cross realizzate in esemplari unici quando la produzione motociclistica era gia' terminata verosimilmente alla fine anni Cinquanta o primi anni Sessanta o addirittura primi anni Settanta.

La produzione delle motociclette Sessa va dal 1948 al 1954 nello stabilimento di Morazzone che impiega una trentina di operai, mentre i telai vengono fatti ad Azzate in un capannone dove sono impiegati una decina di operai.

Tutto questo grazie ai fratelli Gianluigi, Umberto e Alfredo (anzianita' dal primo) ed al padre Eugenio che gia' aveva precedenti motociclistici.

Infatti Eugenio Sessa nel 1922 aveva realizzato una moto con sidecar equipaggiata con un bicilindrico a V di 1300 cc e poi un monocilindrico, di derivazione forse Della Ferrera, con valvole a bilanciere a pattino, valvola sullo scarico e comando unico per cambio, frizione e gas.

La dinastia dei Sessa parte dal nonno Giuseppe che a Jerago, in provincia di Varese, aveva una fabbrica specializzata in parti per carrozze, della produzione particolarmente apprezzati e richiesti gli assali per carrozze i cui perni subivano una particolare lavorazione che li rendeva sicuri e antigrippanti (un tipo di cementazione del materiale) tanto da consentire alla Sessa di diventare fornitrice della Real casa Britannica.

Terminata la produzione di parti per carrozze sono stati realizzati ricambi per l'industria automobilistica. La moto Sessa ha conosciuto una certa diffusione grazie ai concessionari De Palma di Milano e Raffaini di Parma.

A Morazzone lavoravano una decina di persone. Alla chiusura della fabbrica avvenuta nel 1954 Gianluigi va nell'industria motociclistica (Rumi, Bianchi e poi Innocenti) mentre Umberto progetta forcelle e ammortizzatori.

Alla progettazione del motore Sessa ha partecipato anche l'ing. Aldo Frassi di Gallarate, che veniva dalla Rumi.


Costruzioni Meccaniche Sessa (CO.ME.S.) began building 48cc auxiliary two-stroke two-speed engines marketed under the brand Rondine.

In 1945 they produced two prototypes with 75 cc 4-speed engines from which are derived the GT 98 which went into production in 1949, followed in 1951 by a 150 and in 1953 the Star 150, all with four-speed gearboxes.

Much later, they also assembled off-road machines using outsourced componentry.

The production of Sessa motorcycles spans the years 1948 to 1954 in the Morazzone factory which employed thirty people, while the frames are made in Azzate in a smaller factory employing 12.

All this thanks to the brothers Umberto and Alfredo Gianluigi, and their father Eugenio.

Eugenio Sessa in 1922 had created a motorcycle with sidecar equipped with a V-twin 1300 cc and then a single-cylinder, junction perhaps Della Ferrera, with rocker valves shoe, the discharge valve and single control for gearbox, clutch and gas.

The dynasty of Sessa part by his grandfather Joseph in Jerago, in the province of Varese, had a factory specializing in parts for carriages, particularly appreciated the production and requested the axles for coaches whose suffered pins a special process that made them safe and antiseizure ( a kind of cementing material) so as to enable the Sessa to become a supplier of the Royal British house.

After the production of parts for carriages were made spare parts for the automotive industry. The bike Sessa has become a widespread thanks to dealers De Palma Raffaini Milan and Parma.

A Morazzone worked a dozen people. The closure of the factory in 1954 Gianluigi goes in the motorcycle industry (Rumi, Bianchi and then Innocenti) and Umberto designs forks and shock absorbers.

The design of Sessa was also attended by Eng. Aldo Alice Gallarate, who came from Rumi.

Scuza Itanglish

Sources: Moto di Lombardia, Henshaw



If you have a query about these vintage Italian machines, please contact us

Allen Motorcycle Museum
Allen Motorcycle Museum
Private museum in Boston, MA, with many highly collectable vintage motorcycles for sale.